Arredare

Come arredare un hotel

Maddalena Palladini

I consigli per la hall e le stanze

Chi si sposta per lavoro o vacanza ha bisogno di alloggiare in luoghi in cui si respira un’atmosfera di casa. Ecco perché è importante capire come arredare un hotel. E nel farlo, non bisogna tralasciare nessun dettaglio: dalla facciata ai colori identificativi, dagli oggetti d’arredo alla disposizione delle attrezzature. Soprattutto, in un hotel, è importante la scelta dei quadri: quanti, quali e come. Un dettaglio da non trascurare quando si decide come arredare un hotel.

La storia è ricca di esempi di hotel.

Ad esempio nell’antica Grecia le prime locande sorgevano vicino a templi o luoghi in cui si svolgevano grossi eventi sportivi, come Olimpia. E qui, in certi periodi dell’anno, arrivavano persone da tutta la penisola ellenica.

Si fermavano a lungo in luoghi lontani, dove risiedevano in spazi adibiti a dare alloggio ai forestieri, suddivisi per stanze e accomunati da un cortile con colonnato. I primi a parlarne furono Tucidide ed Erodoto.

Anche la romanità è intrisa di alberghi e così fino al Medioevo. Dal Quattrocento per l’alta borghesia e la nobiltà britannica era previsto un viaggio iniziatico in Italia. Nel Bel Paese si sviluppò, quindi, un’importante tradizione alberghiera, di cui si trova testimonianza anche in “Camera con vista”. Romanzo di Edward Morgan Forster, è diventato anche un film, ambientato nel 1907 nella pensione Bertolini di Firenze. Qui le due sorelle inglesi erano dispiaciute di non avere una camera con vista sull’Arno.

Chissà se oggi, anche la vista più bella del mondo, potrà essere sostituita da un buon arredamento.

Facciata, colori e fantasia: la copertina di un hotel

É appurato che esiste l’amore a prima vista. Vale per le persone, ma anche per gli hotel, che sono parte integrante di una vacanza.

Ecco perché un buon albergo deve essere in grado di stupire dal primo all’ultimo dettaglio. Quando si pensa a come arredare un albergo, armonia deve essere la parola chiave. Nella scelta dei colori e in quella di ogni singola parte dell’hotel. Anche la facciata, quindi, dovrà riprendere le stesse caratteristiche dell’arredamento interno, trasmettere le sensazioni positive e calorose di una stanza. La preferenza di un colore, i piccoli dettagli di porte e insegne, son sicuramente una parte importante di ciò che si vuole trasmettere. E poi sarà fondamentale abbinare a questo il resto degli oggetti dell’albergo.

 

La hall di un hotel

Anche per la hall vale la regola dell’amore a prima vista. A parte il sorriso smagliante di chi siede al front-office, è importante donare alla zona accoglienza l’armonia che deve pervadere tutto l’hotel e un ottimo tocco di arredi. In questo caso i quadri hanno ruolo un fondamentale. Non si posano su una parete solo per riempire uno spazio, ma diventano espressione principale del carattere dell’hotel. Plexiglass, forex o dibond sono i nuovi materiali dei quadri moderni, nei quali però non si perde il senso profondo dell’arte. Colate di colore o tinte sobrie, la scelta è infinita e a costi giusti. Con questi quadri sarà semplice capire come arredare un hotel nel modo più adatto alla vostra clientela.

La hall di un hotel

Le stanze di un hotel

Come arredare un hotel facendo sì che ogni stanza sia una camera con vista? Semplicissimo: basta riprodurre dentro l’ambiente esterno del territorio in cui si trova l’albergo. I quadri e le stampe devono essere espressione del paesaggio che circonda la struttura, e devono trasmettere il senso rilassante della natura.

Inoltre sarà fondamentale adornare le stanze di piccoli lussi. Dovrà essere arredata con cura, ma anche sobriamente. Pareti color pastello che distendono gli occhi, lenzuola a tinta unita profumate e morbide, piumini bianchi per trasmettere il senso della pulizia. In generale, bisogna preferire colori chiari che danno luce e senso di spazio alla camera.

Come in una natura curata, quando pensate a come arredare un hotel, bisogna ricordare di lasciare spazi per muoversi facilmente. E far sì che nella propria stanza, ci si senta come di fronte a un panorama fatato.

Amedeo Malfetti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *