gli artisti

Gli artisti che hanno reso possibile questo progetto sono persone che credono nelle potenzialità dell’arte,           ma anche nella ricerca, nei cambiamenti e nell’innovazione continua.

 Un modo nuovo di veicolare forme, colori e composizioni per creare quello che noi chiamiamo
“i distillati dell’opera”.

Osserva ciò che più colpisce la tua sensibilità e scegli tra i numerosi soggetti presenti nel portale.

FABIO VALENTE

Innovation Art Design Fabio Valente artista

Fabio Valente è nato a Genova ma bolzanino d’adozione. La musica è il filo conduttore del suo originale processo artistico. Nelle sue tele Fabio ritrae un mondo irreale, forgiato dalle sue sensazioni che nascono da un animo profondo. L’arte pittorica di Fabio Valente si caratterizza con serie di opere a tema che seguono un processo evolutivo della sua pittura grazie a una ricerca continua. Nel 2017 incontra Mark Bradford a Venezia e da quell’incontro nascono nuove opere che si caratterizzano come “minimal” che rendono la pittura di Fabio Valente ancora più originale.

Nata a Firenze, è vissuta in un ambiente culturale impregnato dalla musica di nicchia e dall ‘arte, dove il fare arte era collegato sempre a fare cultura. Si avvicina giovanissima alla pittura iniziando a sperimentare passando da generi informali a generi surreali. Raggiunge la sua maturità artistica nel 2015 che e’ andata di pari passo con la crescita personale. Ora propone un tipo d’ arte di genere concettuale creando un file rouge obbligatorio con l’osservatore per condurlo dove l’artista vuol.

ANTONELLA IRIS DE PASCALE

Innovation Art design Antonella-Iris-De-Pascale-artista pittrice

AMEDEO MALFETTI

Amedeo Malfetti

Amedeo Malfetti nasce a Milano nel 1994. Si affaccia al mondo dell’arte grazie ai graffiti che da inizio anni 90’ colorano muri, treni e metropolitane di Milano. Inizia disegnando le sue lettere su diverse superfici sfogando le rabbie e le turbolenze adolescenziali. Le sue lettere appaiono affilate e instabili come i suoi stati d’animo. Successivamente Amedeo sente il bisogno di esprimersi su tela e grazie alla conoscenza di Massimo Costantini espone in diversi spazi comunali e gallerie.

Alessandro Maria Zucca nasce a Milano il 31 gennaio 1992.
Gli studi superiori lo fanno incontrare con i classici greci e latini, ma in lui si manifestano presto inclinazioni artistiche che per alcuni anni sceglie di non assecondare.
Con gli anni decise di convincersi a seguire quella predisposizione e a darle forma concreta trasportando sulla tela le idee astratte e trasformandole così, da autodidatta, in materia. Sostanza e materia, l’esistenza di una non potrebbe spiegarsi senza la manifestazione dell’altra, perché la materia pensata trova immediatamente realizzazione nella sostanza. Ogni materiale e ogni oggetto della vita quotidiana può essere trasferito sulla tela.
Le opere di Zucca non individuano precisi punti di partenza, o, meglio, ne trovano ovunque, dagli spunti raccolti dagli artisti del passato, in un processo in cui a prevalere è l’istinto, mentre all’ispirazione meditata viene lasciata solo l’idea iniziale: una dualità che altro non è se non la trasposizione sulla tavola di uno stile di vita.

ALESSANDRO ZUCCA

Alessandro-Zucca

MADDALENA PALLADINI

Maddalena-Palladini

Il percorso stilistico ed artistico di Maddalena Palladini ci racconta di un’artista coerente nel linguaggio espressivo, ma sensibile e pronta al cambiamento. L’emozione esistenziale che l’artista prova al cospetto della natura si trasfigura in visioni liriche e silenti, metafisiche nella loro essenzialità. Gli infiniti passaggi tonali, i cromatismi raffinati che disegnano lo spazio di luce. Nella sua pittura la figurazione lascia, poco per volta spazio ad una interpretazione intimista e tutta mentale in cui,più che il soggetto raffigurato, ciò che emerge è il sentire della condizione dell’anima. La pittura diventa viaggio vissuto, con graffiature e solchi cromatici, sentieri di vita che l’artista ci invita a percorrere insieme a lei, alla scoperta di ciò che si svela oltre l’apparenza. L’arte di Maddalena Palladini è quindi metafora del contemporaneo, dell’Uomo di oggi che diventa esploratore di se stesso e dell’altro, in un luogo-non luogo di incontro e di confronto.

Nato a San Piero a Sieve nel 1964 Simone Rocchi inizia il percorso artistico all’età di 17 anni.
Spinto da un’ostinata passione per la pittura nella sua forma più tecnica, si muove attraverso una vasta produzione artistica per focalizzarsi sulla pittura figurativa intorno al 1995.
Dopo anni di figurativo nasce l’esigenza di sperimentare forme nuove.
Da una mostra chiamata “Lo spigolo tondo”, si percepisce un cambiamento in atto: teste con triangoli in più, paesaggi che non sono paesaggi composizioni di luci, poche finestre .

SIMONE ROCCHI

Simone Rocchi Artista

CARLO BUSETTI

Carlo Busetti artista

Carlo Busetti, di professione ingegnere, è nato a Cles (Tn) nel 1964. La passione per l’arte lo ha portato, dai disegni monocromatici degli anni 80 e 90, al “digital painting” più recente, ottenendo consensi e considerazioni dalla critica. Lo schermo dell’iPad diventa la sua tela virtuale su cui disegna con le dita, tracciando geometrie e forme che si scompongono e ricompongono, richiamando il cubismo più astratto, le immagini oniriche di Mirò e gli “scarabocchi” di Kandinsky. Le opere vengono poi riprodotte su diversi supporti (alluminio, vetro, policarbonato, tessuti e pelle) dando vita al lavoro finito.

Monica Pizzo nasce a Bolzano nel 1967,fin dalla tenerà età mostra senso creativo e particolari doti per l’arte, il mondo artistico, culturale e letterario e una forte empatia nei confronti delle persone in difficoltà. Questa empatia porta Monica a interessarsi attivamente delle problematiche legate al mondo sociale, alle persone in difficoltà, ad intersecare il mondo dell’arte ed il sociale.
Due sono i suoi mondi: artistico e sociale, che si fondono e iniziano a disegnare un percorso artistico che porta Monica Pizzo ad essere un artista riconosciuta nel mondo dell’arte nazionale ed internazionale.

MONICA PIZZO

Monica-Pizzo

Elio R.Silvestri

Elio Silvestri - Rose Blu - Opera Originale

Elio R. Silvestri è nato a Castellaneta in provincia di Taranto il 29 agosto del 1932. Si trasferisce a Milano nel 1950 per completare i suoi studi all’accademia d’arte di Brera e quì inizia subito a lavorare come scenografo, grafico e designer.
Collabora con lo studio Pagot per la creazione dei personaggi tra i più famosi del Carosello italiano: Calimero, Gigante pensaci tu per la Ferrero, Giò Condor.
Partecipa alla creazione di Diabolik (Sorelle Giussani, Milano) e ne resta per parecchi numeri disegnatore.
Esordisce nel ’62 come pittore ed entra in contatto con i grandi nomi delle maggiori correnti artistiche del panorama internazionale di quegli anni.
Pur continuando a interessarsi al design e all’illustrazione, non abbandona più la pittura.

Francesco Pedullà è nato a Milano nel 1994.
La sua pittura ha origine da un percorso artistico profondamente personale ed emotivo che dà vita ad una produzione capace di restituire impressioni violente e inquiete attraverso cicli di opere compatti in cui prendono vita soggetti umani sgomenti e vedute tragiche e fascinosamente cupe di paesaggi ordinari.

FRANCESCO PEDULLÀ

Francesco Pedullà
RIMANI IN CONTATTO

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

RICHIEDI INFORMAZIONI

VUOI INFORMAZIONI SUL PROGETTO?

Condividi la tua opera sui social