Hotel ristoranti negozi

Come arredare un locale: 8 consigli

L’arredamento rappresenta, da sempre, uno degli elementi che contribuiscono al successo di un locale per il pubblico. Scegliere con accuratezza e precisione i colori delle pareti e come disporre attrezzature, complementi di arredo, stampe e quadri in locali come negozi, bar, ristoranti, hotel o alberghi può essere la chiave di volta per suscitare l’interesse del pubblico e, di conseguenza, aumentare il volume di affari.

Per rendere accattivante e di successo un locale pubblico bisogna curare con attenzione ogni dettaglio, per catturare l’attenzione ed ammaliare il cuore dei clienti, regalando loro momenti indimenticabili.

I clienti devono desiderare di tornare nel nostro locale, non solo per l’eccellenza del servizio ricevuto, ma anche per l’atmosfera di fascino e di piacere che hanno vissuto nel nostro locale. Devono poter vivere un’avventura memorabile. Sicuramente la scelta dei colori delle pareti, degli arredi, dei quadri e delle stampe fa da padrona sul resto.

Quadri, stampe e fotografie hanno un ruolo molto importante nell’esprimere la personalità e lo stile del locale. Possono fare la differenza e dare quel tocco di classe e/o di estrosità in più ben graditi ai clienti.

Ecco otto semplici regole da seguire per scegliere stampe e quadri più idonei a definire il design di insieme.

Primo passo: i quadri non devono essere solo un ornamento per il locale, ma devono assolutamente essere integrati con lo stile dell’arredamento, in perfetta armonia con mobili e complementi di arredo e con un ruolo ben stabilito.

Secondo step: stampe e quadri si scelgono in base allo stile del locale. Per un ristorante etnico non si possono scegliere le stesse stampe e quadri scelti per un ristorante raffinato, lo stesso per un ristorante country o a tema.

Terzo passo: non dimenticarsi della visione di insieme, ossia dello stile del locale in qualsiasi scelta di arredamento si compia.

Quarto consiglio: non dimenticare l’ambiente esterno, in cui è collocato il locale. I quadri e le stampe devono rispettare il paesaggio circostante.

Quinto step: il soggetto illustrato da stampe e quadri deve essere funzionale all’ambiente e al suo ruolo in cui il quadro è posto. In un locale frequentato da molte persone è meglio puntare su paesaggi, fiori o disegni astratti.

Sesto passaggio: scegliere i colori più adatti. Bisogna evitare gli stessi colori dell’arredo, perché si rischia di far perdere di importanza al quadro: puntare, piuttosto, su colori diversi armonicamente abbinati all’arredo o che creino un contrasto piacevole.

Settimo step: la grandezza di stampe e quadri. Non bisogna assolutamente sovraccaricare gli ambienti piccoli con quadri eccessivamente grandi e viceversa. In un ambiente piccolo può bastare un solo grande quadro per valorizzare l’insieme. Se si opta, invece, per quadri più piccoli (senza esagerare con il numero), devono rappresentare gli stessi soggetti, quasi a creare un unico grande dipinto.

RIMANI IN CONTATTO

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Ultimo step: prestare attenzione alle cornici, che hanno il compito di valorizzare il quadro e la stampa, ma devono essere in armonia con l’arredo del locale. Stile e colori della cornice devono essere coerenti con il dipinto e con il locale; anche le dimensioni devono essere proporzionate al quadro. Con questi piccoli accorgimenti si può arrivare ad allestire una sorta di mini-galleria nel proprio locale.

Analizzando più da vicino l’arredamento dei negozi, è statisticamente provato che uno spazio ben studiato e progettato e un’attenta scelta dell’arredamento delle pareti di un negozio, aumenta considerevolmente il numero di clienti e gli introiti. Nella scelta dell’arredo non si deve improvvisare, ma bisogna conoscere le ultime tendenze. In particolar modo sono di moda gli spazi ampi, luminosi, moderni e molto aperti verso l’esterno.

Il colore ha un ruolo fondamentale nell’arredamento dei negozi, perché ne trasmette l’identità e l’energia. Ma come vanno colorate le pareti di un negozio? Gli ingressi e gli spazi di passaggio dovranno aver un colore chiaro, come il bianco, il beige o il grigio chiaro, per aumentare il senso di luminosità del locale. Le restanti pareti dovranno avere il colore che meglio si adatta al prodotto venduto. Per esempio, il rosso è più indicato per le macellerie e le cartolerie, il bianco e il verde per i negozi bio, l’azzurro o il color lavanda per un centro estetico, colori energici e decisi per i negozi di abbigliamento per adolescenti, fucsia e nero per l’intimo, pastello per i bambini.

La scelta del colore delle pareti deve tener conto delle dimensioni e della luminosità naturale del negozio. Se in negozio ha soffitti alti, è meglio scegliere colori chiari per le pareti e scuri per il soffitto, e viceversa. Le pareti di fronte ad eventuali vetrine o finestre devono essere di colori chiari, per aumentare la luminosità del negozio. Non tutte le pareti devono essere colorate, basta scegliere i quadri e le stampe giuste.

Nel caso di bar, ristoranti e pub, è bene curare sia il colore delle pareti sia l’illuminazione. Sicuramente lo stile d’arredo deve rispecchiare il tipo di cucina e di prodotti proposti dal locale, ma anche le abitudini della clientela: pausa pranzo, happy hour, aperitivo, cene di lavoro, cene tra amici o serate romantiche.

L’illuminazione è fondamentale per attirare, accogliere e dare un senso di relax alla clientela: soprattutto quella all’ingresso deve essere una luce viva e splendente per accogliere la clientela. Alle pareti non devono mancare stampe e quadri originali, come anche i centritavola più o meno estrosi (anche con candele o fiori freschi).

La scelta del colore di arredamento e alle pareti deve considerare la tipologia di bar e di clientela. Se si tratta di un locale diurno, è meglio puntare su tonalità chiare e neutre; scure per i bar serali. Nei locali per giovani si possono usare colori fluo o tinte acide; in quelli più eleganti tinte scure e colori come il grigio antracite e il color melanzana. La cura dell’illuminazione è un aspetto cruciale per la riuscita del locale: ne determina l’atmosfera e deve conciliare le esigenze di design, efficienza e risparmio. Le luci non devono essere troppo forti, perché potrebbero risultare fastidiose. Devono trasmettere energia e positività, relax e raffinatezza allo stesso tempo. A volte si può giocare su luci colorate, creando dei giochi cromatici. Ma l’aspetto fondamentale, per i bar e i pub, è l’illuminazione del bancone. Per i ristoranti è bene illuminare la sale con luci soffuse o più vivide a seconda del tipo di locale: un ristorante chic avrà una illuminazione tenue più centrata sui commensali; una trattoria rustica potrà anche optare per una maggiore illuminazione generalizzata.

Se si tratta, invece, di arredare le pareti di hotel e alberghi o di migliorarne in generale l’arredo, è fondamentale ricordarsi che il confort e i piccoli lussi sono gli elementi che attirano i clienti (e li fidelizzano).

È importante migliorare lo stile delle stanze per far vivere esperienze indimenticabili ai propri ospiti, spingendo così a recensioni positive. Ecco qualche suggerimento.

Il primo aspetto da considerare sono le lenzuola: evitare assolutamente quelle in materiale sintetico, puntare su quelle in fibre naturali e a tinta unita, optare per un piumone bianco che suggerisce una idea di igiene e pulizia. Per le pareti bisogna puntare su colori neutri, dalle tonalità pastello, con qualche piccolo decoro, semplice ed elegante. Le tonalità chiare aumentano la luminosità della camera e la rendono più spaziosa ed accogliente. Alle pareti vanno posti quadri, stampe o fotografie, ma vanno eliminati quelli più obsoleti, poiché gli ospiti desiderano una camera moderna, accogliente e rilassante.

Un altro elemento da curare delle camere di hotel ed alberghi sono le sedie: devono garantire il massimo confort all’ospite, soprattutto per colore che viaggiano molto per lavoro. Puntare, quindi, su sedie in tessuti naturali e possibilmente ergonomiche.

È fondamentale curare anche la disposizione delle sedie, del tavolo, del letto e di eventuali divanetti: nella stanza vi deve essere spazio a sufficienza per muoversi in piena agibilità.

Come potete osservare vi sono diverse strategie per migliorare l’arredamento del vostro locale pubblico: a voi la scelta di quella che sentite più vicina a voi!

RICHIEDI INFORMAZIONI

VUOI INFORMAZIONI SUL PROGETTO?

In offerta
Senza-Parole-op.-1
Scegli
Chiudi
Maddalena-Palladini---Emozioni-Green-Op-n-8
Scegli
Chiudi
Maddalena-Palladini---Serendipity--Op-1
Scegli
Chiudi

Condividi la tua opera sui social